Cosmet SpA, azienda di successo specializzata nella progettazione e produzione di scaffalature metalliche, ha meccanizzato la propria attività con il gestionale Oceano, personalizzandolo in base alle esigenze del proprio sistema produttivo.

 

 

 Un progetto impegnativo, improntato su una richiesta prioritaria da parte del management:  “Massimizzare l’efficienza dei processi riducendo al minimo le probabilità di errore dall’immissione dell’ordine sino alla spedizione del prodotto”.


logo-cosmetCosmet SpA nasce negli anni ’70 dall’intraprendenza imprenditoriale dei cinque fratelli Allegretti che iniziano a costruire scaffalature metalliche in un piccolo locale. Oggi Cosmet è un’azienda da 24 milioni di euro di fatturato, con un centinaio di dipendenti e 2 stabilimenti produttivi distribuiti su 15.000 mq.
Oltre ad una capillare diffusione dei suoi prodotti sul territorio nazionale per mezzo di una rete di 7 agenti e svariati rivenditori in tutta Italia; Cosmet è attiva anche all’estero. I rapporti con Paesi come Germania, Cipro, Svizzera, Francia, Cuba, Spagna e Portogallo rappresentano ad oggi una fetta del fatturato totale dell’azienda.
Una produzione di ottimo livello, severamente orientata alle Norme UNI EN ISO, e con un eccellente rapporto prezzo-qualità: ecco i prerequisiti che hanno aperto le porte a Cosmet sul mondo della GDO con nomi quali Metro, Bricocenter, Carrefour, Leroy Merlin.
Oggi la famiglia Allegretti, forte di una chiusura d’anno con un +14% di fatturato, guarda avanti e preannuncia il trasferimento nell’arco di un anno in un nuovo stabilimento ancora più ampio ed efficiente.

 

 

foto-cosmetLe esigenze

Prima di adottare Oceano, Cosmet gestiva solo una minima porzione della propria attività in maniera meccanizzata, ed in particolare utilizzava un sistema IBM S/36  per la contabilità e una procedura in ambiente Windows per la fatturazione.
La prima esigenza fu, quindi, quella di integrare in un’unica applicazione i processi già automatizzati, adottando un applicativo scalabile e facilmente personalizzabile in grado di seguire l’azienda verso la meccanizzazione di tutti i processi, inclusa la produzione.
La software selection ed il progetto di analisi e implementazione fu affidato ad un consulente, Luigi Brambilla , di concerto con JV Soft, Rivenditore Autorizzato EdiSoftware.
“Nel 1998, quando acquisimmo il cliente Cosmet”- ci spiega Eros Moro, Capo Progetto per JV Soft- “Oceano non aveva ancora assunto quella forte connotazione orientata alle aziende di produzione che lo contraddistingue oggi. Ci trovammo pertanto a sviluppare con i sorgenti di Oceano una procedura di gestione della produzione letteralmente su misura per Cosmet”.
Una delle richieste avanzate era quella di “Ridurre al minimo le possibilità di errore, a partire già dall’inserimento degli ordini fino ad arrivare al termine del processo di produzione e alla spedizione della merce” come afferma lo stesso Brambilla. Per far questo si richiedeva che le procedure fossero il più possibile “cablate”, con controlli che limitassero al minimo le alternative per l’operatore.
Fondamentale era anche ottemperare ai rigidi criteri imposti dalla certificazione di qualità. ”Solo attraverso la rintracciabilità dei lotti”- spiega Fabio Allegretti, Responsabile Qualità-“ si rende possibile disegnare la storia del singolo prodotto in maniera univoca, fornendo così tutte le garanzie secondo quanto previsto dalla normativa europea.”

 

 

Le soluzioni

Cosmet presenta un processo di produzione misto “push & pull”, che coniuga un sistema  just in time su commessa, con la produzione programmata di tutto quel materiale che deve invece essere costantemente disponibile a magazzino. Oltre ai prodotti a catalogo, l’ufficio tecnico di Cosmet è, infatti, in grado di progettare e produrre scaffalature su specifica del cliente, effettuando i preventivi per la produzione su commessa grazie ad un applicativo CAD integrato ad Oceano.

Una volta inserito l’ordine da cliente, viene effettuato un primo controllo di disponibilità dei singoli componenti indicati in distinta base. La mancata disponibilità del materiale richiesto ha un impatto o sugli ordini di produzione interni (che avviano il processo, aggregando eventualmente più richieste di produzione con le medesime caratteristiche) o sulle richieste di acquisto (nel caso di materiale comprato da terzi, per il quale il sistema propone in automatico l’ultimo fornitore utilizzato).
In quest’ottica è evidente che l’aggiornamento in tempo reale della situazione di magazzino diviene fondamentale: per questo motivo è stata approntata una procedura di accertamento inventariale che permette, qualora intervenga una movimentazione ritardataria antecedente alla data dell’ultimo inventario, di creare delle scritture di rettifica automatiche che ristabiliscono la situazione del conteggio così come indicata dall’operatore all’ultima verifica.
“In una fase successiva – spiega Giuditta Bighiani, che ha seguito lo sviluppo per conto di JV Soft – ci concentrammo sul perfezionamento delle statistiche di vendita e di acquisto. Per ogni selezione abbiamo aggiunto 3 tipi diversi di elaborazione, e le statistiche sul magazzino presentano report del disponibile, dei lotti e dell’accertamento inventariale. Per ogni articolo è, inoltre, possibile verificare la reperibilità dei lotti sia in maniera ascendente (dal DDT di acquisto), che in maniera discendente (dal Finito di Produzione), riuscendo così in ogni momento a risalire al tipo di certificazione di ogni singolo componente  del prodotto finito. ”
Il prossimo passo sarà quello di implementare un sistema di contabilità industriale in grado di fornire automaticamente un prezzo di listino consigliato in base alla determinazione dei costi di produzione e ai coefficienti di calcolo impostati. 

 

 

I vantaggi

“Il primo obiettivo raggiunto con Oceano è stato gestire con un’unica applicazione l’intero processo, integrando tutti i dati lungo la catena del valore”- afferma Brambilla- “Questo ci ha aiutato ad analizzare meglio il nostro sistema produttivo, valutando efficacemente quali materiali produrre just in time e quali componenti gestire, invece, in scorta attraverso una programmazione più attenta della produzione. Questo significa minore stock di magazzino, migliore resa produttiva delle macchine, risparmio sulle materie prime e limitazione delle perdite di produzione”.
“L’automatizzazione di questi processi ci ha permesso di concentrare gli investimenti soprattutto sul personale addetto alle fasi produttive: su un totale di 97 dipendenti, infatti, ben 67 sono operai ”- afferma Nicola Allegretti, Amministratore Unico di Cosmet.
La richiesta di schematizzare l’inserimento dei dati utilizzando form precompilate per ridurre la possibilità di errori accidentali (codificando alcune tipologie di informazioni e rendendole non modificabili, ad esempio il tipo di causale, il rilevamento automatico prezzi, gli sconti, il tipo di movimento, ecc.) ha reso necessario un notevole impegno di personalizzazione delle maschere, ma ha effettivamente contribuito alla riduzione degli errori in fase di input dei dati, con ripercussioni positive su tutta la catena produttiva.
Grazie all’installazione di Oceano in modalità Terminal Server, è stato inoltre possibile collegare in tempo reale i due stabilimenti produttivi, con un notevole risparmio anche nei tempi e nei costi di manutenzione della procedura, che può essere accentrata sulla postazione server senza intervenire su tutti i singoli client.

 

 

Scheda

azienda: Cosmet S.p.A.
sede: Vigano (MI)
settore merceologico: Industria
tipo di attività:  Scaffaluture Metalliche
soluzione adottata: Oceano
funzionalità: Amministrativa, Vendite, Acquisti, Magazzino, Produzione
posti di lavoro: 17