Ceramiche Frattini è riuscita, grazie alla flessibilità del prodotto Onda, ad integrare i flussi della comunicazione interna ed esterna, migliorando così i tempi di risposta al cliente. I dati aziendali sono ora analizzabili, esportabili e personalizzabili in diversi formati. Sarà per questi motivi che la nuova campagna pubblicitaria recita “Non ci sono Problemi, ma solo Soluzioni”…?

 

 

logo-frattiniCeramiche Frattini nasce nel 1926 a Lissone (MI) stabilendo qui la sua sede storica fino a quando, nel 2005, le esigenze di crescita portano il management alla decisione di spostare la sede a Desio, in un più ampio e futuristico stabilimento, creando anche una parte di show room aperto al pubblico. L’azienda si occupa, infatti, prevalentemente di fornitura e posa in opera di pavimenti e rivestimenti.
I due soci, Francesco Agnese e Maurizio Censi, guidano un team di 30 dipendenti e uno staff di 60 posatori sul territorio.  Completano la squadra progettisti e consulenti che operano quotidianamente al fine di garantire sempre un servizio adeguato alle aspettative dell’esigente clientela.
Per quanto il mercato a cui si rivolge sia costituito prevalentemente da aziende del settore cantieristico, la committenza privata, seppur più esigente e frammentata, rappresenta un’importante fetta del business di Ceramiche Frattini. Con un fatturato pari a 8 milioni di euro, in crescita del 18% rispetto all’anno precedente, è una delle più antiche realtà imprenditoriali nel pur ricco comprensorio dove opera.

  

foto-frattiniLe esigenze

“Il nostro è un settore in continuo divenire – ci spiega Francesco Agnese.  In Italia la casa è un fattore di tendenza, i materiali utilizzati diventano espressione di moda, sempre più ricchi e differenziati. Il prodotto ceramico non è più soltanto un neutro complemento d’arredo ma un nuovo protagonista della casa”.
Queste le premesse che portano Vittorio Polzonetti di JV Soft a giustificarci il perché dei 10.000 codici articolo presenti sul database di Ceramiche Frattini.
“Quando iniziammo l’attività – continua Agnese – gli acquisti ed il magazzino erano gestiti efficacemente a livello cartaceo. I duecento tipi di materiali gestiti in quel periodo non imponevano di certo l’intera informatizzazione dei processi. La veloce e consistente crescita aziendale, portò ben presto all’inevitabile consapevolezza di dover integrare e soprattutto strutturare i dati di business”.
Il lavoro di Ceramiche Frattini inizia con il Contratto di Appalto e la fornitura della pianta del cantiere da parte della committenza.  “La nostra azienda – illustra Agnese – segue interamente la parte di pavimentazione e rivestimenti, interfacciandosi direttamente con il cliente finale per quanto riguarda la scelta dei materiali. Per una gestione efficace dell’intero cantiere era fondamentale trovare uno strumento che integrasse i dati. Innanzitutto bisognava avere accesso a tutte le informazioni relative agli interlocutori che entrano in gioco nella gestione di un cantiere: dall’impresa appaltatrice, al fornitore di materiali, a quelli di manodopera, etc. La varietà di materiali utilizzati, inoltre, imponeva una rigida gestione dei lotti, al fine di ottenere forniture omogenee, soprattutto per quanto riguarda i rivestimenti: capita molto spesso che lo stesso tipo di piastrella abbia, infatti, colori e sfumature nettamente differenti in relazione alla cottura o all’impasto”. “Ne conseguiva così – aggiunge Polzonetti – l’esigenza di una razionale gestione delle scorte di magazzino per riuscire ad ottimizzare le forniture ed assicurare la bontà del livello delle giacenze”.
“Il tutto naturalmente, doveva avvenire nel rispetto della massima efficienza, al fine di garantire sempre la professionalità e il tempismo nelle nostre opere” puntualizza Maurizio Censi.

 

foto1-frattiniLe soluzioni

“Al fine di improntare il sistema alla gestione dell’intero cantiere, il tempo impiegato per la parametrizzazione dei dati è stato davvero considerevole” ci spiega il dott. Polzonetti.
“Durante una prima fase, che abbiamo chiamato ‘preparatoria’, abbiamo definito tutte le anagrafiche che entravano in gioco nella gestione: i Servizi, le Note, i Comuni di Italia, le tipologie dei materiali, l’utilizzo ed il formato dei materiali.
Dopodichè ci siamo concentrati sulla fase operativa. Dall’inserimento del listino e del cantiere alla definizione dei contatti”.
“La cosa di cui avevamo più bisogno – ci spiega Agnese – era un’interfaccia unica dove riuscire a gestire ogni singola fase dell’operatività del cantiere”.
E’ stata così implementata la funzione, direttamente nell’operatività delle Vendite, di inserimento della “Commissione”.  Si tratta di una maschera operativa appositamente studiata che permette di avere sempre sotto controllo tutti i fattori che intervengono nella gestione di un cantiere.
“Come primo dato – ci spiega Censi – viene imputato il Contatto, al quale sono legate, tra le altre, le informazioni riferite all’identificativo dell’appartamento e al cantiere di appartenenza. Vengono poi inseriti i materiali scelti dal cliente ed i servizi resi da Ceramiche Frattini”.
“E’ molto importante – continua il dott. Polzonetti – compilare alcuni campi che ci permettono di monitorare l’intero flusso dei dati. Fondamentale attribuire l’Uso del materiale, se per pavimenti o per rivestimenti, il Tipo, per definire ad esempio se si tratta di parquet o ceramica. Si procede poi compilando il campo Scorta, definendo così se si tratta di articolo in capitolato, di scorta di capitolato oppure di scorta extra-capitolato”.
Direttamente dalla Commissione è possibile così estrapolare i dati utili per ciascun interlocutore: dal “Cartellino” contenente le istruzioni di posa per la manodopera, al documento di carico del magazziniere, sino alla lista con il dettaglio dei materiali ordinati da far firmare al cliente.
“Tramite il modulo Scorte poi – aggiunge il dott. Polzonetti – si determina la quantità delle scorte suddivisa per cantiere e appartamento, sia dal punto di vista economico per determinarne il valore, sia dal punto di vista dello stock”.

 

I vantaggi

“In Onda abbiamo trovato soprattutto un alleato – illustra Agnese - siamo riusciti ad ottenere uno strumento di gestione unico potendo contare su una procedura parametrica e modellabile”.
L’organizzazione dei processi risulta così integrata, garantendo al cliente un rapporto diretto ed efficiente che permette a Ceramiche Frattini di fornire risposte precise in tempi rapidi.
“Grazie all’efficace gestione della Commissione, infatti, riusciamo a plasmare il dato secondo le esigenze del singolo interlocutore, ottenendo puntualità e precisione nei rapporti” ci spiega Francesco Agnese.
Il Cliente ottiene un dettaglio completo dei materiali ordinati e delle soluzioni di posa scelte, inoltre può avere a disposizione più soluzioni, derivate dall’inserimento di più commissioni, e cambiare idea senza perdere lo storico delle sue preferenze. Attraverso l’interazione del gestionale con Excel è possibile generare una serie di report tra cui, ad esempio, la stampa del Cartellino per il posatore, contenente le indicazioni tecniche per il realizzo dell’opera.
“La velocità di risposta al Cliente, inoltre, – aggiunge Agnese - ha raggiunto standard di rapidità elevati grazie al costante monitoraggio delle scorte a magazzino.  La disponibilità effettiva, controllata per ciascun lotto, consente di orientare al meglio l’assegnazione delle risorse ottenendo così forniture omogenee e risultati efficaci”.
“Grazie alla flessibilità di Ondaup e al prezioso apporto di JV Soft, Ceramiche Frattini ha raggiunto gli auspicati obiettivi di integrazione dei dati ottenendo relazioni di business consolidate che consentono un controllo di gestione completo” – conclude Agnese.

 

Scheda

azienda: Ceramiche Frattini S.r.l.
sede: Desio (MI)
settore merceologico: Commercio
tipo di attività:  Pavimenti e Rivestimenti - Fornitura e posa in opera
soluzione adottata: onda
funzionalità: Amministrativa, Vendite, Acquisti, Magazzino, Distinta Base, Analitica
posti di lavoro: 10