L’azienda Gailli S.r.l. nasce a Genova nel 1950, per opera del fondatore Santi Gailli che, trasferitosi in Liguria dalla Toscana, inizia una prima attività basata sul confezionamento dell’ olio di oliva, prodotto che rimane tuttora il cardine dell’attività aziendale.

 

 

logo-gailliCon il passare del tempo le nuove generazioni hanno ampliato l’offerta dei prodotti a marchio Gailli: l’azienda vanta ad oggi sul mercato una serie completa di funghi secchi e conservati, oltre a frutta secca in genere. Questi prodotti, insieme a olive, spezie e legumi, vengono confezionati per la maggior parte presso il moderno stabilimento di Genova, inaugurato nella primavera del 1997. L’azienda commercializza poi conserve, vini, funghi, bibite e frutta secca.
Grazie all’espansione dell’attività anche al di fuori della Liguria, i prodotti a marchio Gailli sono diventati sinonimo di consolidamento di un’attività di import/export, che ha portato l’azienda ad un fatturato 2005 di circa € 15.000.000, ed una rete di distributori che conta oggi circa 5000 punti vendita.


foto-gailliLe esigenze

“Gailli S.r.l. ha da sempre come obiettivo principale quello di offrire al consumatore prodotti di qualità. - ci illustra Gianfranco Gailli - Siamo convinti che l'impegno di tutti i responsabili di ciascuna fase della filiera alimentare nell'esecuzione accurata dei propri compiti, nel rispetto delle norme precise e severe vigenti e nell'adozione di tecnologie sempre più adeguate, è condizione indispensabile per garantire il mantenimento di un elevato standard qualitativo.”
Sempre di più ormai, a seguito di rilevanti episodi di crisi alimentari, si va diffondendo la necessità di offrire al consumatore risposte certe sul rispetto delle norme igienico-sanitarie nella produzione dei cibi. Non vi è dubbio che la rintracciabilità dei prodotti è considerata una vera e propria pre-condizione del nuovo modo di concepire le filiere alimentari. I presupposti base affinché sia possibile rintracciare un prodotto, sono: documentare i vari passaggi compiuti lungo la filiera e disporre di elementi conoscitivi e metodici per gli accertamenti strumentali.
“A partire dal 2005, inoltre - continua il sig. Gailli – tutte le aziende facenti parte di una filiera alimentare, sono obbligate per legge a garantire la rintracciabilità dei propri prodotti. Nasceva così l’esigenza primaria di dotarci di un software affidabile che ci permettesse di assicurare la qualità dei prodotti garantendone la tracciabilità”.
“Un’altra importante esigenza di Gailli – ci spiega Roberto Lucchi di Integra srl, Rivenditore autorizzato EdiSoftware – era rappresentata dalla gestione del settore logistico. Le numerose spedizioni effettuate ogni giorno dovevano essere scrupolosamente sotto controllo, i terminali in radiofrequenza in uso dovevano dialogare agevolmente con il sistema informativo: il gestionale all’epoca in uso su piattaforma AS/400 doveva essere perfezionato per ottemperare agli obblighi di legge e renderlo più flessibile ad un sistema di raccolta dati on line”.

 

 

foto1-gailliLe soluzioni

“La problematica principale di Gailli – illustra Roberto Lucchi – riguardava principalmente la tracciabilità dei lotti.  La soluzione proposta da subito è stata quella di adottare una procedura personalizzata denominata BIMTrack, completamente integrata al gestionale OndaUP, che permettesse di gestire in maniera semplice ma completa, tutte le problematiche inerenti alla rintracciabilità dei prodotti.  Grazie ad uno specifico algoritmo creato in OndaUP, il codice lotto viene generato automaticamente e, tramite i terminali, la merce viene caricata a magazzino, permettendo la stampa delle relative etichette”.
L’applicativo sviluppato da Integra si basa su database relazionale SQL Server con una componente Client che consente di monitorare le diverse fasi di lavorazione di un particolare prodotto lungo tutta la filiera, così da poter associare ad un determinato codice le informazioni inerenti l’intero ciclo produttivo.
“Per Gailli – aggiunge Roberto Lucchi – tutta la soluzione è stata studiata, inoltre, per permettere il dialogo on line con i terminali in radiofrequenza utilizzati in tutto il magazzino, sia per la fase di spedizione merce che per il ricevimento dei prodotti, la loro identificazione, ubicazione e il controllo inventariale”.
Ciascun operatore è così in grado di identificare in tempo reale l’intero ciclo produttivo della merce, dalle materie prime al prodotto finito, in modo che ne sia facilitato il ritiro in caso di pericolo per la salute del consumatore.
Tra le sostanziose personalizzazioni effettuate per soddisfare le esigenze di Gailli, troviamo anche l’implementazione di una procedura di collegamento e controllo dei flussi di dati tra OndaUP e il sistema AS/400, nel quale risiede ancora oggi la parte strettamente contabile.
“Monitorare e ottimizzare l’intero flusso dei dati – continua Gianfranco Gailli – è per noi un imperativo.  La nostra rete di vendita è in continua espansione e la mole di dati da gestire cresce ogni giorno: stiamo già valutando, insieme alla società Integra, un sistema di collegamento con i nostri supermercati che ci permetta di acquisire gli ordini on line e monitorare in tempo reale la situazione del magazzino principale”.

 

 

I vantaggi

“Il gestionale OndaUP – spiega Gailli – insieme al lavoro di personalizzazione svolto dalla Integra, ci hanno permesso di ottenere numerosi vantaggi, soprattutto in termini di controllo dell’intero flusso dei dati aziendali.  L’operatività quotidiana è stata notevolmente velocizzata, assicurando capillarità e efficienza delle consegne.
Il dialogo tra l’applicativo ed i terminali in radio frequenza adottati per la logistica, permette un controllo costante ed in tempo reale sullo stato dell’evasione della merce.  La storia del singolo prodotto è tracciata con precisione, cosicché risulta molto semplice conoscere con esattezza sia la provenienza della materia prima utilizzata, sia la destinazione finale.
In caso di un eventuale richiamo o ritiro di un prodotto distribuito diventa così immediato rintracciare i clienti che lo hanno acquistato, garantendo così affidabilità ed efficienza”.
La soluzione adottata ha portato quindi, in generale, molti vantaggi soprattutto in ambito logistico.  I processi di carico a magazzino della merce sono stati totalmente automatizzati realizzando una procedura personalizzata che, attraverso la lettura di due barcode, il GTIN (Global Trade Identification Number) e il SSCC (Serial Shipping Container Code) posti sui pallet , fornisce un collegamento tra il movimento fisico dell’articolo ed il relativo flusso di informazioni.
“Nell’ottica di automatizzare l’intero processo aziendale – aggiunge Roberto Lucchi – sarà, inoltre, implementata la soluzione per la sales force automation, migliorando in questo modo il data entry degli ordini ed il servizio che Gailli offre alla sua clientela.”

 

 

Scheda

azienda: Gailli S.r.l.
sede: Genova (GE)
settore merceologico: Commercio
tipo di attività:  Alimentare
soluzione adottata: onda
funzionalità: Vendite, Acquisti, Magazzino, Distinta Base
posti di lavoro: 4